Sicurezza nel condominio, il controllo degli ingressi

Sentire parlare di aggressioni, violazioni della proprietà private, vandalismi nei condomini è ormai divenuta cosa quotidiana. Ma la tecnologia può essere utile per incrementare la sicurezza reale e percepita di un condominio. In che modo? Controllando le porte e qualsiasi altro varco d’accesso all’edificio.

Intrusione nei condomini da parte di estranei

I grandi complessi abitativi diventano sempre più estesi e più densamente popolati e conoscere ogni inquilino è diventato impossibile.

Come si può sapere se la persona che si incontra sulle scale del condominio sia effettivamente un abitante del complesso e non un malintenzionato? La paura che molti di noi hanno è diventata sempre più giustificabile dai recenti fatti di cronaca.

Il concetto di “autosorveglianza” reciproca da parte degli inquilini ha perso importanza a causa della difficoltà nel conoscere i propri vicini di casa, tendenza conseguente all’incremento delle dimensioni dei nuclei abitativi presenti nei condomini.

Pericoli:

  •  furti
  •  aggressioni
  •  atti vandalici alla proprietà

Dove:

  • all’interno dell’edificio
  • in spazi esterni in comune (parchi/giardini interni)
  • box auto
  • cantine

Causati da:

  • nessun controllo sugli ingressi d’accesso
  • nessun sistema di allarme antintrusione
  • nessun controllo sulle chiavi e il conseguente smarrimento delle stesse degli inquilini
  • nessun controllo sull’uso di ascensori

Problemi conseguenti:

  • costo delle serrature ogni qualvolta si perde una chiave
  • costo dei telecomandi per accedere con la macchina attraverso i cancelli elettrici
  • difficoltà nella gestione degli interventi di manutenzione ordinari  e straordinari nei condomini (come si fa a sapere quando sono intervenuti le aziende manutentrici? Chi garantisce l’accesso alla struttura a queste ultime?)

 

La soluzione Rivetta Sistemi, il portierato digitale

Il portierato digitale come sistema di sicurezza

 

Il sistema di portierato digitale sviluppato da Rivetta Sistemi nasce proprio per garantire agli abitanti del condominio una maggiore sicurezza reale e percepita grazie all’implementazione di un sistema di gestione elettronico degli accessi e di altri moduli di sicurezza aggiuntivi.

 

Accessi sicuri al condominio

 

Incrementando in questo modo i livelli di sicurezza, automazione e comunicazione è possibile ridurre drasticamente il servizio di uno o più portieri tradizionali il cui costo può essere facilmente immaginabile. Basti pensare alla reale attività svolta nelle 24 ore giornaliere per capire quanto un portiere sia effettivamente occupato a svolgere le attività a lui assegnate.

Come funziona

Il sistema è basato su chiavi di prossimità rfid criptate. L’utente avvicinando la chiave a un apposito lettore verrà riconosciuto dal sistema e verrà inviato il comando di apertura porta.

Contestualmente all’autenticazione il sistema di allarme antintrusione verrà disabilitato per poter permettere al condomino di accedere al proprio appartamento. Il sistema di allarme può consistere in rilevatori di movimento posizionati sulle scale, controllo degli ascensori e sistema di videosorveglianza interno o esterno.

Nel caso in cui il condomino dovesse accogliere visite esterne sarà in grado di disabilitare l’allarme e il controllo degli ascensori direttamente dal suo appartamento.

Il sistema non solo è in grado di proteggere l’accesso principale al condominio ma si possono integrare le stesse tecnologie per proteggere i varchi carrai e i varchi pedonali che potrebbero trovarsi nel perimetro della struttura condominiale. La protezione degli accessi ai box auto risulta indispensabile in diverse situazioni.

In caso di necessità al sistema possono essere associati dei numeri di cellulare “trusted” con la quale sarà possibile aprire le porte tramite chiamata a un numero associato al sistema. In questo modo un inquilino sprovvisto di chiave potrà effettuare una chiamata con il suo cellulare verso il numero associato al condominio e in questo modo aprire la porta.

Cosa succede se sparisce una chiave?

Il sistema di portierato digitale nasce per incrementare la sicurezza percepita ed effettiva dei condomini ed automatizzare molte procedure che potrebbero richiedere tempo e denaro. Nel caso in cui un inquilino dovesse perdere la propria chiave basterà che si colleghi a un sito internet accedendo con le proprie credenziali ed esegui l’annullamento della chiave smarrita. In questo modo non si presenterà la necessità di sostituire la serratura e cambiare tutte le chiavi del complesso abitativo.

Controllo degli ingressi dei condomini

 La gestione dei manutentori

Spesso ci si chiede se le aziende che si occupano delle manutenzioni presso i condomini svolgano effettivamente il proprio lavoro. Con il sistema di portierato digitale è molto semplice garantire e controllare l’accesso a queste aziende. Infatti le chiavi che andranno in dotazione ai manutentori saranno attive solo nel momento in cui l’azienda che dovrà prestare il servizio effettuerà l’intervento. Grazie a questo sistema è possibile anche verificare per quanto tempo il personale è rimasto presso il condominio a eseguire il lavoro.

Controllo presenze condominiali

Immediato modulo che può essere integrato al sistema è il controllo delle presenze nelle riunioni condominiali.

Il sistema di portierato digitale per il controllo e la sicurezza dei condomini è un sistema modulare che parte dalla versione base di controllo accessi fino ad arrivare ai moduli di gestione dei manutentori o di comunicazione con i condomini.

 

Rivetta Sistemi è il partner ideale per realizzare sistemi che integrano sicurezza, automazione, e comunicazione. www.rivettasistemi.com